Nel pubblicare la traduzione dell’intervista a Roberto Mauro Iezzi, Preparatore Fisico del Hapoel Jerusalm B.C. facciamo i nostri sentiti complimenti a Roberto per rappresentare la scuola italiana di preparatori fisici all’estero, con questi risultati, leggibili tra le righe dell’articolo.


“Don’t take it Iezzi”: incontra il preparatore dell’ Hapoel Jerusalem

L’allenatore italiano Roberto Iezzi è venuto per migliorare l’ Hapoel Gerusalemme • E’ Katash a dargli credito, e l’amore dei giocatori a lavorare sodo per lui.
Verso la partita di Champions League di fronte a Anversa, dice ad Israel Hayom’: ‘Voglio vincere trofei’

Nonostante la sconfitta contro Maccabi Rishon LeZion all’inizio della settimana, Hapoel Jerusalem arriverà nella partita serale contro Anversa nella FIBA ​​Champions League nel bel mezzo di un’eccellente stagione e sembra uno che possa arrivare fino in fondo.

I complimenti sono raccolti da Oded Katash e il suo staff, dal management e, naturalmente,dai giocatori. Ma c’è qualcun altro che merita grande credito – il preparatore atletico Roberto Iezzi

Uno degli obiettivi principali della gestione dei Reds in estate era di firmare un preparatore straniero. C’erano dieci candidati nella lista, e alla fine l’italiano è stato scelto con l’aiuto dell’ex allenatore della squadra Simone Pianigiani. Francesco Cuzzolin, uno dei più rispettati allenatori di pallacanestro europei che ha lavorato anche come preparatore ai Toronto Raptors della NBA, ha raccomandato Iezzi con grande calore. 

“E ‘stata una grande opportunità per me di lavorare per un club storico e con dei professionisti meravigliosi”, spiega Iezzi intervistato da Domenica Israel Hayom “La decisione di venire in Israele,” una grande opportunità per me vivere in un paese straniero e fare il lavoro che amo per vivere. Ci ho pensato un secondo e ho detto di sì. “

Blatt, ieri nella preparazione finale. I giocatori adorano lavorare con Roberto 

Si tratta di un professinista di un livello che non è solito in Israele. “La sua supervisione sui giocatori in materia di nutrizione e gestione del carico è qualcosa di molto scientifico”, dice una fonte, aggiungendo: “I giocatori amano lavorare con lui,anche coloro che non erano abituati a sollevare pesi, con lui lo fanno con amore.”