L’utilizzo di testosterone e cortisolo come biomarker per l’individualizzazione dell’allenamento nella pallacanestro di elite.

Lo scopo di questo studio era determinare la risposta di testosterone e cortisolo, con speciale riferimento alla posizione di gioco, tempo di utilizzo e fasi della stagione. E’ stato eseguito uno studio quadriennale per investigare gli effetti del tempo di utilizzo, posizione di gioco e fase della stagione sui biomarker anabolico-catabolici (plasma total testosterone –TT- e cortisolo –C-) su venti giocatori di pallacanestro professionisti (27±4.2 anni; 24.4±1.2 kg/m2). I primi campioni di sangue sono stati analizzati immediatamento dopo il periodo di off-season. Altri campioni sono stati presi periodicamente ogni 4-6 settimane, sempre dioi 24-36h di riposo dopo l’ultima partita disputata. Lo stato ormonale e’ stato rilevato come dipendente dalla posizione di gioco, con le ali grandi che mostravano i valori piu’ bassi di TT e le ali piccole i piu’ alti valori di C. I giocatori che hanno giocato tra 13 e 25 min per partita hanno mostrato i piu’ alti valori di TT e TT/C. Marzo e Aprile hanno mostrato lo stato ormonale piu’ catabolico (basso TT/C e alto C). Il monitoraggio di plasma TT e C e’ raccomandato per prevenire stress eccessivo causato dalle richieste di una stagione di pallacanestro professionistica.

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.